HTC Droid DNA vs iPhone 5 vs Galaxy S III vs Nexus 4 vs One X: confronto display

HTC Droid DNA vs iPhone 5 vs Galaxy S III vs Nexus 4 vs One X: confronto display

Con l’arrivo ufficiale del nuovo smartphone di Google, il Nexus 4, e la presentazione ufficiale dell’ottimo HTC Droid DNA, il primo phablet del produttore taiwanese in esclusiva per l’operatore Verizon, il mercato smartphone Android si arricchisce di nuovi ottimi dispositivi dotati di ottimi display. JapanDisplay ha voluto paragonare i display degli ultimi due arrivati con altri smartphone da record, cioè Samsung Galaxy S III, HTC One X ed iPhone 5. Ecco il confronto.
Doveroso premettere che solamente il nuovo HTC Droid DNA sorpassa la soglia della risoluzione HD con il suo ottimo display, arrivando ad un risoluzione Full HD di 1920×1080 pixel.
L’ottima qualità del pannello del Droid DNA è data anche dall’alta densità di pixel, ben 400ppi, che riesce a rendere una qualsiasi immagine ad una qualità il più vicino possibile alla vista umana perfetta, che potrebbe arrivare ad un massimo di 477ppi.
Per correttezza riportiamo le principali caratteristiche di ogni display:
  • HTC Droid DNA: Super LCD3 da 5 pollici con risoluzione di 1920×1080 pixel e 400ppi;
  • LG Nexus 4: IPS LCS da 4,7 pollici con risoluzione di 1280×768 pixel e 318ppi;
  • iPhone 5: IPS LCD da 4 pollici con risoluzione di 1136×640 pixel e 326ppi;
  • Samsung Galaxy S III: Super AMOLED HD da 4,8 pollici con risoluzione di 1280×720 pixel e 306ppi;
  • HTC One X: Super LCD 2 da 4.7 pollici con risoluzione di 1280×720 pixel e 312ppi;
Prima di tutto è doveroso precisare che la vista perfetta da 477ppi è molto rara perciò si considerare la soglia ideale i 300ppi del display Retina (12 pollici); quindi non è possibile notare i singoli pixel nel display da 400ppi del Droid DNA almeno che non siate in possesso di una vista perfetta e dello smartphone attaccato al vostro occhio.
Una così elevata densità di pixel riduce la seghettature del testo e rende i più piccoli dettagli quasi perfetti tanto da poter essere evidenziabili solamente sotto la lente di un microscopio:
Ciò dovrebbe rendere la lettura meno pesante per il nostro cervello che non dovrà sforzare per riconoscere le parole ma non è possibile notare una grande differenza, a livello di affaticamento, rispetto agli altri ottimi display dei top-gamma.
Un altro piccolo vantaggio di un display da 1080p, quindi del Droid DNA, è la possibilità di guardare i video in Full HD nella loro completa definizione e risoluzione anche se la visione su un display semplicemente HD non risulta essere molto differente. Inoltre la visualizzazione delle immagini è più ampia e permette facili modifiche anche se ancora oggi non è molto semplice effettuare del modding alle foto da uno smartphone.
L’ottimo display di quest’ultimo smartphone HTC potrebbe essere realizzato da Sony, data la grande esperienza nel settore, ma secondo quanto riportato da JapanDisplay si tratterebbe di una join-venture tra Sony, Hitachi e Toshiba realizzata dallo stesso governo giapponese per poter favorire lo svilippo della tecnologia mobile. Perciò non possiamo escludere che ottimi pannelli Super LCD3 con tecnologia WhiteMagic potrebbero essere utilizzati sui prossimi smartphone Sony.
JapanDisplay, studiando completamente il display, ci comunica lo spessore di solo 1.4 millimetri con una cornice di appena 1,2 millimetri, ciò rendere quasi l’esperienza edge-to-edge e permette di sfruttare ottimamente il Gorilla Glass.
Il display del Droid DNA è dotato di una luminosità massima di 500 nits, inoltre la tecnologia S-LCD3 permette un basso consumo energetico e per questo troviamo una batteria da soli 2.000 mAh. Nonostante la grande potenza luminosa il display non sembra essere più luminoso di iPhone 5 o One X, ma alla pari di Nexus 4 alla massima luminosità:
L’iPhone 5 copre quasi perfettamente la gamma di colori NTSC standard invece il Droid DNA sembra ricoprirne solamente il 70%, sempre e comunque ai livelli di molti altri display top-gamma del mercato. Per quest’aspetto il Super AMOLED del Galaxy S III, come ben sappiamo, supera la gamma di colori NTSC ma secondo gli specialisti di calibrazione dei display sarebbe preferibile mantenersi al di sotto.
Per quanto riguarda altri aspetti quali rapporto di contrasto ed angolo di visualizzazione il display del Droid DNA si piazza egregiamente ai piani alti. Concludendo possiamo dire che il display da 5 pollici Full HD del nuovo phablet HTC è certamente degno della vista perfetta, uno dei migliori pannelli del mercato. Possiamo concludere con una piccola classifica personale:
  1. Droid DNA
  2. iPhone 5
  3. One X
  4. Nexus 4
  5. Galaxy S III

Commenti

Post popolari in questo blog

Samsung rilascerà i primi dispositivi con display flessibili nella prima metà del 2013

[Guida Esclusiva] Sbrandizzare Motorola Xoom 2 TIM

Meizu MX4, la recensione