Parrot Rolling Spider e Jumping Sumo

Parrot Rolling Spider e Jumping Sumo: 


Parrot Rolling Spider

È un mini drone da 55 grammi con 4 eliche e una struttura in plastica, da comandare attraverso l'app per Android e iOS. Costa 99 euro, è disponibile in diversi colori, ed arriva in una confezione comprensiva di adesivi per la personalizzazione del telaio. Deve il termine Rolling a due grandi ruote in plastica (diametro 17 cm) da incastrare nel telaio, utili per farlo camminare su pavimento, soffitto o pareti (c'è una funziona software apposita) ma soprattutto per proteggere il corpo macchina e le eliche da urti e collisioni. Le ruote danno davvero un ottimo lavoro anche nell'evitare che il drone finisca per danneggiare gli oggetti a cui va a sbattere.
Rolling Spider è divertente da usare perché è semplice da comandare. Si connette al vostro Android/iOS via Bluetooth 4.0, e basta avviare l'app FreeFlight 3.0 per farlo accoppiare.
Decolla con un tap, atterra nello stesso modo, ed usa i suoi sensori per stabilizzare il volo in modo davvero efficace. Il rilevatore di pressione permette anche di farlo decollare dalle nostre mani con una semplice spinta verso l'alto. Tra i componenti chiave ci sono giroscopio e accelerometro a 3 assi, un sensore ultrasonico usato in fase di atterraggio e una fotocamera VGA a 60 fps necessaria per misurare la velocità di volo che vi permette anche di scattare delle foto (c'è un tasto apposito nell'app - sotto vedete un sample).
Nei primi test vi limiterete a farlo decollare ed evitare che vi venga addosso, ma con la pratica finirete per regolare la sensibilità di rotazione, l'altitudine massima (10 metri, se la supera scende da solo), l'angolo e la velocità di inclinazione, e il modo in cui controllarlo. Ci sono 3 modalità di gestione con difficoltà crescente, che vi permettono di fare manovre più o meno complicate (anche in manuale, senza ricorrere ai preset di fabbrica) o di indirizzarlo semplicemente inclinando il vostro smartphone.
È tutto qua. L'interfaccia dell'app riesce a mostrare con un colpo d'occhio quali sono le impostazioni attive (ad esempio, se avete o meno attivato l'opzione ruote) e vi permette di preparare il drone per acrobazie già pronte da attivare, poi, con un doppio tap sullo schermo. Ce ne sono 4 (due rotazioni complete e due sbalzi di altitudine) ma potete combinarle con i vostri comandi manuali per crearne di nuove.
Il problema è che non sarà un'esperienza di volo molto duratura. L'autonomia va dai 6 agli 8 minuti, sicuramente poco quando siete alle prime armi. Un'autonomia del genere è dovuta alla necessità di mantenere basso il peso di Rolling Spider (il solo telaio pesa 47 grammi - senza ruote) e ridurre i costi. Non credo si possa fare di meglio in questo momento: la capacità della batteria (3.7V 550 mAh 2Wh ) è proporzionale al suo peso, e aumentarla richiederebbe potenza in più o un telaio più fragile. È un cane che si morde la coda sul quale c'è poco da fare. Comprate una batteria di scorta (18€) e tenetela carica. Inoltre ricordatevi di spegnere il drone quando non è utilizzato (c'è un piccolo interruttore non segnalato a sinistra della microUSB) perché non c'è una modalità standby.
Parrot ha fatto un lavoro egregio nel rendere a portata di tutti l'interazione con Rolling Spider (il software, tra l'altro, è a base Linux), ma imparare a manovrare in spazi stretti richiede una certa pratica e una certa abilità. Il quadricottero si stabilizza da solo, si ferma all'istante se togliete le dita dallo schermo e ha un pulsante rosso di emergenza che stacca subito i motori e lo lascia cadere. Il suo telaio in plastica è progettato per resistere agli incidenti, e vi assicuro che anche senza ruote di protezione ha una certa capacità di assorbire le collisioni. Ma se colpisce un vaso, un oggetto sopra una mensola, un lampadario o peggio ancora una parte del vostro corpo (per rendere più comoda la gestione si finisce sempre per tenerlo ad altezza occhi) può diventare pericoloso.
Per questo motivo vi consiglio di fare esercizio fuori casa, magari in zone morbide, e di non lasciare che vostro figlio impari a manovrarlo mentre ci sono altre persone nelle vicinanze. In linea di massima non andrebbe mai avvicinato troppo a qualsiasi essere vivente. La possibilità di poter comprare parti di ricambio per pochi euro (nuove eliche costano 7€, idem per le ruote e la scocca) vi assicura comunque una certa longevità. In un prossimo modello vorrei più memoria interna, la possibilità di registrare i video, e di inserire una microSD per l'archiviazione.
Visualizza Originale
Rolling Spider è consigliato perché è divertente e tutto sommato economico, ma dovete avere un giardino, un terrazzo grande o stanze alte e vuote per usarlo seriamente. Viceversa sarà un po' sprecato e perderà interesse in breve tempo. L'autonomia di pochi minuti non lo rende un drone da outdoor (a meno che compriate diverse batterie) anche perché ogni singola carica richiede dai 60 ai 90 minuti - e se non avete il suo caricabatterie con porta microUSB dovete per forza caricare dallo stesso drone.

Parrot Jumping Sumo

È un mini robot su due ruote che può camminare, roteare e saltare combinando questi movimenti anche attraverso script. Jumping Sumo è molto più evoluto di Rolling Spider ed ha nel suo punto di forza lo streaming video catturato dalla sua fotocamera frontale. Pesa 180 grammi ed ha diverse parti in metallo, due led RGB frontali, microUSB e altoparlante integrato per l'invio di effetti sonori contestuali (come quelli che richiamano la vostra attenzione quando lo dimenticate acceso).
Il nome Jumping deriva dal suo piede posteriore, una barra a scatto che serve sia per il bilanciamento del peso durante la marcia, sia come leva per superare ostacoli, scalciare, spostare oggetti o fare particolari manovre. Arriva ad 80 cm da terra, non poco. Le sue enormi ruote rivestite in gomma possono essere estese o raccolte per dare più stabilità o più maneggevolezza: è una procedura che si fa a mano, semplicemente premendo con forza i loro cerchi in plastica.
Jumping Sumo non usa Bluetooth 4.0 ma WiFi ac Dual Band. Le sue antenne permettono di gestirlo in un raggio di 50 metri. Crea una rete privata a cui dovete connettervi per prendere il controllo - e che quindi vi obbliga a staccarvi dalla WiFi con Internet. L'app di gestione è sempre FreeFlight 3.0 ma qui cambiano alcuni parametri di controllo e alcune opzioni relative alla sensibilità e all'angolo di rotazione. La UI ha anche pulsanti dedicati per scattare una foto o iniziare una registrazione video. La memoria interna permette di tenere 100 immagini, ed è un peccato che non ci sia un ingresso microSD. A differenza di Rolling Spider, le foto possono essere visualizzate direttamente dall'app.
Tra le cose migliori dell'abbinata Jumping Sumo + FreeFlight 3.0 c'è la sezione Mappa del Percorso, una vera e propria modalità di scripting dove potete programmare una sequenza di movimenti da far compiere al mini robot e da richiamare con un solo tasto. Ad esempio, potete farlo avanzare per 30 cm, poi saltare, scattare una foto, ruotare a sinistra di 67°, poi invertire la posizione, emettere un suono e infine scalciare, oppure continuare la sequenza a vostro piacimento. È molto divertente preparare dei percorsi ad ostacoli e poi programmare il robot Parrot per superarli.
Jumping Sumo è molto semplice da comandare, ma anche qui vi servono stanze ampie per fare pratica. Arriva a 7 km/h e si ferma quasi all'istante appena lasciate i comandi. Non ha problemi a resistere a urti e collisioni anche perché le sue ruote - in quella che credo sia spugna espansa - hanno la flessibilità giusta per assorbire tutto. Il suo piede metallico ha una punta in gomma sostituibile che finirà con l'usurarsi se lo utilizzate senza sollevarlo; Parrot inserisce due ricambi nella confezione di vendita.
Qui l'autonomia è di 20 minuti, ed è un buon risultato considerando lo streaming video e tutte le capriole che il dispositivo è in grado di offrire. È un oggetto molto scenico, carino anche solo da far girare per casa a scattare foto, saltare sul divano o far irrigidire il gatto. Non è male neanche all'esterno ma è meglio non portarlo su superfici sconnesse e/o sabbiose perché non è progettato per resistere a questi contesti. Jumping Sumo costa 159 euro ed anche se inizialmente vi sembrerà meno divertente di Rolling Spider, col tempo e con la pratica vi farà ricredere. È molto carino anche da acquistare in coppia; quale bambino non vorrebbe sfidare un amico o il fratellino a suon di scalciate posteriori?

Considerazioni finali

I nuovi robot Parrot sono dei giocattoli evoluti davvero divertenti, semplici ma non immediati, e proprio per questo capaci di farvi esultare per una manovra eseguita senza toccare i lampadari di casa o una gara ad ostacoli improvvisata in sala riunioni. A Parrot va il merito di aver costruito prodotti molti resistenti e facili da riparare, con parti di ricambio economiche acquistabili online.
Jumping Sumo e Rolling Spider hanno dei buoni margini di crescita in quella che è la loro componentistica (fotocamere migliori e più spazio interno su tutti) e di conseguenza credo che vedremo certamente delle loro evoluzioni. Se la recensione vi ha incuriosito o se cercate un regalo originale per le prossime vacanza di natale, fate un salto a vederli: sono in vendita nei negozi GameStop e Mediaworld. Se preferite acquistare online, visitate parrot.com.

Commenti

Post popolari in questo blog

Samsung rilascerà i primi dispositivi con display flessibili nella prima metà del 2013

[Guida Esclusiva] Sbrandizzare Motorola Xoom 2 TIM

Meizu MX4, la recensione