Addio cavo HDMI , il futuro della condivisione audio/video viaggerà in Wi-fi

Addio cavo HDMI , il futuro della condivisione audio/video viaggerà in Wi-fi




Qualche mese fa la Wi-fi Alliance annunciò un nuovo standard per la condivisione di contenuti audio/video basato sul Wi.fi direct, e a distanza di poco tempo Nvidia e Texas Instrument hanno confermato l’adesione al programma con certificazione Miracast,ne frattempo in rete vengono presentate le prime soluzioni ibride che promettono di portare lo streaming dati anche su dispositivi senza certificazione Miracast.

La tecnologia Miracast  che verrà presto adottata da Nvidia e Texas Instrument ha come scopo quello di consentire uno scambio dati ad alte prestazioni tra dispositivi Tablet/Smartphone e Monitor/Tv compatibili, riducendo al minimo la depauperazione delle performance.
Tale tecnologia si basa su una connessione peer to peer tra lo smartphone/tablet e una Smart TV, inoltre crediamo sia molto probabile la realizzazione di adattatori che consentino il collegamento anche con i monitor/Tv che non sono dotati di schede Wi-fi.
Nvidia sembra voler puntare molto su questa tecnologia sopratutto  per permettere la riproduzione di giochi su monitor di grosse dimensioni, inoltre con l’ausilio di controller dedicati riuscirebbe ad offrire un esperienza Gaming di tutto rispetto, confrontabile con le attuali generazioni di console.
Tenendo conto del fatto che il successore del Tegra 3 secondo le prime indiscrezioni  dovrebbe avere circa il doppio delle prestazioni  grafiche, non è difficile immaginare che la volontà di Nvidia sia quella di crearsi un proprio ecosistema Gaming che metterà in seria crisi il mondo delle Console.
Dalla Germania invece arrivano notizie molto interessanti per chi non vuole cambiare il proprio dispositivo per accedere alle potenzialità di Miracast.
ESRLabs è una software house  tedesca che lavora principalmente per l’industria automobilistica, ma questa volta hanno intrapreso un nuovo progetto  per il mercato consumer chiamato  ”Android Transformer”, una soluzione software che può riflettere via Wi-Fi in maniera simile a  WiFi Miracast il contenuto di un display di un dispositivo Android su un altro dispositivo Android.
Il progetto funziona tramite l’encoder/decoder  hardware H.264 del Galaxy Nexus S/ e del Raspberry Pi, ma in generale dovrebbe essere compatibile qualsiasi dispositivo Android che supporti codifica e decodifica hardware H.264.
Come potrete vedere nell’ultimo video l’Android Transofrmer codifica via hardware il contenuto visualizzato sul display del Galaxy Nexus S e lo trasferisce al Raspberry Pi che decodifica il segnale e lo trasmette al monitor.
Attualmente si ha un ritardi di circa 150ms tra i display, ma ESRLabs riferisce di poter ridurre tale ritardo sotto i 100ms, che rimangono comunque troppi per i giochi più dinamici.
L’azienda inoltre afferma che appena il progetto sarà sufficientemente stabile , sarà concesso in open source.
Di seguito vi lasciamo al video di presentazione di Nvidia Miracast e a due video che mostrano in azione Android Transformer


Fonte: http://www.androidiani.com

Commenti

Post popolari in questo blog

Samsung rilascerà i primi dispositivi con display flessibili nella prima metà del 2013

[Guida Esclusiva] Sbrandizzare Motorola Xoom 2 TIM

Lo smartphone più sottile al mondo: Vivo X1 con soli 6.55mm di spessore!