Hack PS Vita con Vita Half-Byte Loader


Hack PS Vita con Vita Half-Byte Loader [tutorial]

 Hack PS Vita
Per tutti i giocatori fan delle console Sony, arriva il primo vero Hack PS Vita: si tratta di Vita Half-Byte Loader, il primo vero e proprio “caricatore” di homebrew sia per PSP che per PS Vita che permette di eseguire svariate applicazioni, tra cui figurano anche quelle preparate ad hoc dai programmatori di homebrew.
La condicio sine qua non per l’utilizzo della seguente guida per l’Hack PS Vita è aver scaricato il gioco PSP Motorstorm Arctic Edge sulla vostra console PSP / PS Vita prima del 3 marzo 2012.

Hack PS Vita: installare Half-Byte Loader

Innanzitutto, si consiglia caldamente di interrompere qualsiasi connessione wireless della PS Vita per isolare la console prima della procedura di Hack PS Vita. Prima dell’installazione di Half-Byte Loader è bene utilizzare un Content Management Assistant diverso dall’originale fornito da Sony: Open CMA vi eviterà di aggiornare il firmware della vostra console permettendovi di sfruttare la falla presente nel gioco ed eseguire l’Hack PS Vita.
Estraete l’archivio HBL dalla cartella “CMA PSP savedata”. Dopo l’estrazione, sul vostro computer troverete una nuova directory definita come “PSSAVEDATA/[alcuni caratteri casuali]“: qualora non riusciste a trovare la cartella, potete ricorrere agli strumenti di ricerca forniti dal CMA.
Collegate ora la vostra console PS Vita al computer attraverso il CMA. Dovreste avere la possibilità di trasferire dal computer alla console i vostri dati backup memorizzati precedentemente. Se questa opzione non appare, significa che non siete riusciti ad estrarre HBL nella directory giusta e dovrete ripetere il procedimento di estrazione.
Per lanciare HBL, avviate il gioco Motorstorm. Caricate poi i file di backup scegliendoli da quelli di HBL e selezionare “Wreckreation > Time Attack”: alla richiesta che vi apparirà alla schermata successiva scegliete “No”. A questo punto, HBL sarà avviato correttamente.

Hack PS Vita: installare ed eseguire Homebrew

Per la console PSP, installare ed eseguire Homebrew è molto semplice. Fino ad oggi, però, non era possibile pensare un processo simile di Hack PS Vita.
CMA vi permette di caricare file di backup precedentemente ma non consente la ricerca ricorsiva dei file di salvataggio all’interno delle cartelle. Per questo motivo si usa HBL per estrarre archivi formati da una struttura ben definita.
Bisogna quindi creare homebrew attraverso la composizione di un pacchetto da memorizzare all’interno della PS Vita:
  1. scaricate PSP homebrew in una posizione qualsiasi;
  2. estraete l’homebrew da qualche parte sul vostro computer e create un file collettivo ma senza compressione dati con strumenti come 7zip in modalità “archiviazione” o “store”. Chiamate il file “install.zip”;
  3. scegliete un qualsiasi file di backup, tranne quello che viene utilizzato da HBL e aggiungete la cartella compressa “install.zip” nella cartella CMA del vostro computer;
  4. Ora il vostro backup dovrebbe assomigliare a qualcosa come il contenuto della directory PSSAVEDATA/1a2b3c4def5678/UCUS12345000/ [un nome simile] che contiene i seguenti file: ICON0.png, PIC1.png, DATA.bin, PARAMS.SFO, install.zip.
Una volta costruito il pacchetto della homebrew attraverso un file di salvataggio, passiamo alla sua installazione all’interno della console:
  1. Lanciate Open CMA sul vostro computer e CMA sulla vostra PS Vita;
  2. copiate la cartella SAVEDATA contenente il file “install.zip” al suo interno;
  3. nel menù di HBL, navigate fino alla cartella SAVEDATA e selezionate la directory che avete copiato al suo interno (seguendo l’esempio di sopra sarebbe UCUS12345000) e cliccate su “Croce” oppure “Cerchio”.
  4. a questo punto, il menù HBL vi richiederà se installare l’homebrew. Selezionate “sì” e attendete che HBL abbia estratto tutti i file;
  5. Se il procedimento è andato a buon fine, l’homebrew può essere installata da un sottomenù apparso proprio nel vostro gioco.

Commenti

Post popolari in questo blog

Samsung rilascerà i primi dispositivi con display flessibili nella prima metà del 2013

[Guida Esclusiva] Sbrandizzare Motorola Xoom 2 TIM

Meizu MX4, la recensione