GUIDA | Trasferire file da MAC ad Android ICS o Jelly Bean!

GUIDA | Trasferire file da MAC ad Android ICS o Jelly Bean!


Molti utenti che utilizzano Android hanno un computer Windows con il quale trasferire i file è immediato. Se non si ha la MicroSD basta di fatto connettere il telefono come archivio di massa e il PC vedrà lo smartphone o Tablet come una memoria esterna nella quale spostare i file che vogliamo. Con ICS questo procedimento è leggermente cambiato a causa della diversa gestione delle partizioni e non tutti i Tablet e smartphone vengono visti come memoria di massa classica. Su Windows in realtà non è cambiato praticamente nulla in quanto l’accesso alla memoria è praticamente identico a prima, su MAC invece non è più possibile accedere alla memoria interna come fosse un archivio di massa. Di fatto, prendendo l’esempio del Galaxy Nexus con ICS o Jelly Bean, se colleghiamo il telefono ad un Mac, non accadrà assolutamente nulla e il computer non “leggerà” la memoria del dispositivo. Come fare ad aggirare questo “limite”?
Di opzioni ce ne sono diverse ma noi vi consigliamo le due alternative che riteniamo più interessanti:

Android File Transfer


Si tratta di un mini programma che di fatto permette di vedere il telefono come vera e propria memoria di massa. Una volta scaricato ed installato, il programma si auto avvierà nel momento in cui connetterete il vostro smartphone (levate debug USB dalle impostazioni dello smartphone se non lo vedesse). Avrete cosi accesso a tutti i file in lettura e scrittura e potrete spostare, eliminare e gestire il vostro archivio interno con semplicità e immediatezza.

AirDroid


L’altra soluzione è Airdroid, programma che se non conoscete imparerete ad amare. A differenza della soluzione precedente, con questo programma sfrutteremo il Wi-Fi di casa e dunque non avremo necessità di collegare il cavo usb. Il programma crea una connessione tra smartphone e la nostra rete e potremo accedere all’interfaccia di controllo da qualunque computer sia presente nella medesima rete. Sarà sufficiente aprire una pagina web all’indirizzo web.airdroid.com, inserire il codice che appare sullo smartphone o Tablet e il gioco è fatto.
Avrete accesso ad una serie enorme di informazioni, potrete gestire in vostro device con tantissime funzionalità e, tra le altre cose, avrete accesso ai file, potrete inviare e copiare elementi e gestire tutti gli aspetti del vostro Android. Ovviamente lo spostamento file sarà più lento rispetto all’usb in quanto sfrutterà la rete wi-fi. Il vantaggio è sicuramente l’assenza di cavetti e le tantissime altre opzioni disponibili.
AirDroid funziona ovviamente anche con Windows e Linux.
Queste le due alternative che troviamo più semplici ed immediate per gestire Android come “archivio di massa” su Mac con distribuzione ICS o Jelly Bean. Voi avete altri suggerimenti?

Commenti

Post popolari in questo blog

Samsung rilascerà i primi dispositivi con display flessibili nella prima metà del 2013

GooPhone realizza i5 e promette di citare in giudizio Apple se lancerà l’iPhone 5 in Cina

[Guida Esclusiva] Sbrandizzare Motorola Xoom 2 TIM