Secondo Hugo Barra Google possiede la migliore sintesi vocale

Secondo Hugo Barra Google possiede la migliore sintesi vocale del mercato

Pochi giorni dopo la presentazione ufficiale di Android 4.1 Jelly Bean, avvenuta durante il primo Keynote del Google I/O 2012, Wired ha intervistato Hugo Barra (l’intervista risale alla scorsa settimana), Android’s Director of Product Management, il quale ha risposto alle tante domande poste sulle principali novità del sistema operativo. La maggior attenzione è stata posta alle domande riguardanti al sintesi vocale, di gran lunga migliorata rispetto alle versioni precedenti, e la migliore rispetto agli altri competitor, secondo Barra.

Google dal debutto ufficiale di Ice Cream Sandwich ha duramente lavorato su Jelly Bean per poter migliorare le tante e nuove funzionalità, come Voice Search ampliato e migliorato e Google Now, ciò che maggiormente si avvicina agli assistenti vocali di Apple e Samsung, Siri ed S-Voice.
Queste funzioni sono presenti in Android da tanti anni ma ad ogni release vengono migliorate la qualità ed i servizi, come la maggiore velocità di scambio dati, una voce più umana e precisa e molto altro introdotto nel Voice Search di Jelly Bean.
“Trovare una persona con la voce perfetta per questo scopo non è stato facile. Abbiamo affidato ad una società di casting la selezione dei candidati e dopo averne scelti 10, abbiamo iniziato i test per vedere quale voce rispondesse meglio alle nostre esigenze. Da 10 siamo passati a 2 e poi abbiamo scelto la voce femminile che oggi potete sentire. Molte aziende oggi si affidano a Nuance e Microsoft o altri per la sintesi vocale, ma noi abbiamo voluto offrire un sistema interno nostro superiore ai concorrenti.
L’intento è sempre stato quello di creare un sistema in grado di parlare, rispondere e interagire in modo colloquiale con l’utente. Penso che il risultato sia chiaro e abbiamo creato il primo sistema vocale di alta qualità, con un suono naturale, colloquiale, e una voce piacevole che presto arriverà in tutto il mondo.
Io in realtà non conosco il suo nome. In realtà, nessuno sa il suo nome. E’ un segreto.”
Nonostante tutti noi tentiamo sempre di affiancare il Voice Search di Google agli assistenti virtuali dei rivali Hugo Barra ci tiene a precisare che per loro non esiste questo termine di paragone:
“Google è una parte neutrale, non è tuo amico, segretario o una sorella. Non è tua madre. Non è la tua ragazza o il tuo ragazzo. Google è un’entità che raccoglie informazioni e crea sistemi per migliorare gli strumenti disponibili oggi. Il mondo chiede novità e investimenti e noi rispondiamo alla domanda, a prescindere da chi sia il mandante della richiesta. E’ molto importante per questo motivo, che questa entità (Google) rimanga imparziale, ed eventuali paragoni, ironie o allusioni non sarebbero adatte alla politica di imparzialità portata avanti.”
Alle domande di un probabile Nexus 10 il direttore del settore Android cerca di non rispondere precisamente dichiarando che attualmente l’unico tablet nei pensieri di Google è il Nexus 7. Infine Barra precisa che il Google Voice Search di Jelly Bean non andrà in conflitto con altri assistenti vocali dei produttori, come S-Voice di Samsung, poiché riusciranno a coesistere entrambi nel sistema, ognuno con vita propria; l’OEM potrebbe anche decidere di perfezionare, integrare o eliminare il Voice Search di BigG per favorire il proprio.
Vi consiglio di leggere l’intera intervista che troverete nel link della fonte.


Fonte: www.androidiani.com

Commenti

Post popolari in questo blog

Samsung rilascerà i primi dispositivi con display flessibili nella prima metà del 2013

[Guida Esclusiva] Sbrandizzare Motorola Xoom 2 TIM

GooPhone realizza i5 e promette di citare in giudizio Apple se lancerà l’iPhone 5 in Cina